Iva agevolata

Come acquistare con Iva agevolata
In caso di costruzione di nuove abitazioni o d’interventi di recupero del patrimonio edilizio sono previste agevolazioni fiscali che consistono nell’applicabilità di aliquote I.V.A. agevolate al 4% e al 10%.

Il D.P.R. 633/72, Tabella A, parte II - Beni e Servizi soggetti all'aliquota del 4% - punto 21-bis e 24 - prevede in caso di costruzione di un nuovo fabbricato destinato a prima abitazione non di lusso ovvero di ampliamento ovvero di fabbricato rurale la possibilità di applicare l’I.V.A. agevolata al 4% sull’acquisto dei soli “Beni Finiti” escludendo sia le materie prime che i prodotti semilavorati.

Il D.P.R. 633/72, Tabella A, parte III – Beni e servizi soggetti all’aliquota del 10% - punto 127 terdecies – al pari del precedente punto prevede l’applicazione dell’aliquota I.V.A. agevolata (10%) solo per Interventi di Restauro e Risanamento Conservativo, Ristrutturazione Edilizia del patrimonio edilizio come indicati nell’art. 3, comma 1, lett. c, lett. d, del D.P.R. 380/2001 (“Testo Unico dell’Edilizia”) con riferimento anche in questo caso ai soli “Beni Finiti”, escludendo ugualmente sia le materie prime che i semilavorati utilizzati.

Per Beni Finiti s’intendono quei materiali che anche successivamente alla posa in opera non perdono la loro individualità nel tempo, esempio:
• sanitari;
• vasche da incasso o Idromassaggio;
• box doccia (completi di piatto);
• rubinetterie;
• minuterie idrauliche;
• radiatori ed accessori;
• scalda salviette;
• caminetti (interno più rivestimento);
• stufe, etc.

Pertanto, a prescindere dalla tipologia d’intervento, sono a priori escluse da ogni agevolazione al momento della vendita le materie prime e semilavorate come ad esempio:
• mobili da bagno;
• accessori da bagno;
• ceramiche (pavimenti e rivestimenti);
• maioliche;
• box doccia; etc.

Per saperne di più consultate in rete le seguenti guide:
“RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI” edita dall'Agenzia delle Entrate;
“IVA ridotta nell’edilizia” edita dall’ ANGAISA (edizione. 2013).

Responsabilità del Venditore e del Consumatore
Chi commercializza ed effettua la cessione, secondo il Ministero delle Finanze, deve assicurarsi in concreto che sussistano i presupposti per l’applicazione dell’I.V.A. agevolata da parte dell’acquirente circa la sussistenza dei requisiti per la concessione del beneficio fiscale applicabile.

L’applicazione delle aliquote agevolate è subordinata al rilascio da parte dell’acquirente e sotto la propria responsabilità, di una dichiarazione liberatoria circa l’utilizzazione dei beni acquistati per nuova costruzione e/o ampliamento oppure per uno degli interventi previsti per il recupero del patrimonio edilizio (Restauro e Risanamento Conservativo, Ristrutturazione Edilizia) accompagnata da copia del titolo abilitativo (Permesso di Costruire, SCIA, DIA, Super-DIA), in modo da poter effettuare i necessari riscontri tra quanto dichiarato dal cliente e l’effettivo impiego dei beni acquistati.

Va inoltre sottolineato che l’acquirente nel caso in cui vengano meno le condizione per l’applicazione della I.V.A. agevolata, è tenuto a comunicare tale variazione al venditore (in questo caso a Ceramiche Florimar s.r.l.) tempestivamente affinché questa possa emettere la nota di addebito ai fini del pagamento della maggiore imposta dovuta.

Documentazione da produrre per l’applicazione dell’I.V.A. agevolata
• Copia del Permesso di Costruire o della Super-DIA (Super-Denuncia Inizio Attività) o della DIA (Denuncia Inizio Attività) o della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), intestato all’acquirente;
• Fotocopia di un documento d’identità;
• Fotocopia del codice fiscale;
• Autocertificazione IVA 4% o 10%.
Scaricare l’autocertificazione da compilare, cliccando qui e inviarla a Ceramiche Florimar s.r.l. via fax (0431/589408) o tramite raccomandata A/R.

I.V.A. agevolata su prestazioni di servizi (mano d’opera)
Per quanto concerne l’applicazione dell’I.V.A. ad aliquota agevolata anche sulla prestazioni di servizi si consiglia di consultare e scaricare le guide già citate, disponibili in rete, che sono:
“RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI” edita dall'Agenzia delle Entrate;
“IVA ridotta nell’edilizia” edita dall’ ANGAISA (edizione. 2013).

IVA Agevolata per persone disabili
Sono previste anche agevolazioni I.V.A. al 4% per le persone disabili che acquistano prodotti e mezzi di ausilio, ma solo dietro presentazione di una prescrizione autorizzativa rilasciata da parte di un medico specialista dell’Azienda Unità Sanitaria Locale, la quale precisa che il prodotto per cui si chiede l'agevolazione è effettivamente necessario a quel disabile per migliorare o garantire la sua possibilità di integrazione o autonomia personale; e di un certificato che attesti l’invalidità della persona, sempre rilasciato dall’Azienda Unità Sanitaria Locale competente.

Per maggiori e più dettagliate informazioni Vi invitiamo a consultare la Guida Agevolazioni Disabili edita dall'Agenzia delle Entrate.

Come acquistare su www.florimar.it con IVA Agevolata:
Per acquistare con le agevolazioni fiscali, sarà necessario inviare la documentazione sopra indicata via fax al nr. 0431/589408 o tramite raccomandata A/R intestata a:
CERAMICHE FLORIMAR S.R.L. - via Crescenza, 1 (ex SS14) - 33050 Precenicco (UD).
Una volta inviata la documentazione il Cliente potrà procedere all’acquisto on line dove i prezzi saranno comunque compresivi di I.V.A. al 22%.
Nelle note all'ordine il Cliente dovrà quindi necessariamente indicare Nome e Cognome con scritto "inviata documentazione I.V.A. agevolata”.
L’ufficio amministrativo delle Ceramiche Florimar s.r.l. accertato che la documentazione sia pervenuta e controllata la sua correttezza invierà al Cliente una e-mail con il conteggio corretto e le coordinate bancarie per effettuare il pagamento.